Installare devstack su una VM Ubuntu 12.04.2

Posted on 4 giugno 2013 di

3


Anzitutto cos’è devstack?

E’ il progetto di sviluppo/test di OpenStack il prodotto per realizzare Cloud pubblici/privati open source ed adottato da una miriade di enti governativi e non (http://it.wikipedia.org/wiki/OpenStack) non raccomandato per ambienti di produzione ma ottimo per rendersi conto delle potenzialità e dei limiti della suite.

Procedura

Scaricare la versione di Ubuntu Precise (nel mio caso http://releases.ubuntu.com/precise/ubuntu-12.04.2-server-amd64.iso) ed installarla su una vm.

Disabilitare il firewall, per i test.

Installare git (apt-get install git) e dopodichè dare il comando “git clone git://github.com/openstack-dev/devstack.git

A questo punto dare il comando seguente per installare manualmente Django, poichè l’installazione tornerà altrimenti un errore:

pip install git+git://github.com/django/django.git@1.5.1

Fatto ciò spostarsi nella directory devstack e creare un file di configurazione localrc di esempio tipo questo:

ADMIN_PASSWORD=password

MYSQL_PASSWORD=password

RABBIT_PASSWORD=password

SERVICE_PASSWORD=password

LOGFILE=$DEST/logs/stack.sh.log

LOGDAYS=2

SWIFT_HASH=66a3d6b56c1f479c8b4e70ab5c2000f5

SWIFT_REPLICAS=1

SWIFT_DATA_DIR=$DEST/data

SERVICE_TOKEN=password

A questo punto si può lanciare l’installazione lanciando stack.sh

Terminata l’installazione vi apparirà la schermata di login di OpenStack ed avrete due utenti, uno admin ed uno demo con i quali loggarvi sulla interfaccia web (http://indirizzovostravm/) ed iniziare a sperimentare.

Lanciando lo script excercise.sh vengono eseguiti tutti gli script dentro la sottodirectory exercises ed in pratica viene realizzato un demo cloud dal quale partire per toccare con mano le potenzialità di questa complessa ed affascinante suite di prodotti.

OK…ora?

Ad esempio come admin potete creare un utente test ed assegnargli come ruolo Member ed il progetto Demo.

Quando test farà login potrà utilizzare la console di una delle macchine virtuali (qemu) disponibili nel cloud, oppure in pochi secondi creare una nuova istanza…e quindi una nuova vm.

Ad esempio sul progetto Demo è possibile poi caricare una nuova immagine “pubblica” via http (Iso, vmdk, Amazon etc…) ad esempio di una scientific linux 6.4 e dopodichè essa sarà disponibile per essere assegnata ad una nuova instanza.

Buon divertimento…

devStack

Annunci
Posted in: Openstack