Introdurre una architettura Backup Exec 2010 R2 con CASO (Central Admin Server Option)

Posted on 13 dicembre 2010 di

0


Implementare un server CASO richiede una nuova licenza di BackupExec 2010.

Nella nostra esperienza avevamo un solo server BE2010 aggiornato a SP1 ed abbiamo aumentato di più di 1/3 le performance dell’intera architettura dei backup acquistando un nuovo BE2010 (R2, in questo caso).

Questo significa più backup e più veloci. Anche alta affidabilità ma solo nel caso fallisca il media server che non ha l’opzione CASO installata.

Noi usiamo tutti dispositivi di backup su disco (netapp), quindi non abbiamo bisogno di sharare degli storage fisici con ulteriori opzioni da acquistare (shared storage).

Come fare quindi per far sì che tutto l’esistente si bilanci correttamente senza far danni?

Essendoci una architettura in produzione, questi sono i passi NECESSARI affinchè tutto proceda senza danni:

1) Upgrade alla versione BE2010R2 del vecchio media server (basta infilare il cd/iso e seguire la procedura)

2) Installare il secondo media server BE2010R2 avendo cura che tutte le impostazioni di rete siano simili al vecchio (stesse reti con ip diversi ovviamente e stesse regole acl sui routers in caso presenti)

3) Installare la chiave caso sul vecchio Media Center, che diventa quindi il “comandante”…avendo già tutti i job, i dispositivi ed i supporti definiti

4) Creare il pool che contiene i due media server (sé stesso ed il nuovo)

5) Modificare tutti i dispositivi definiti semplicemente selezionando “aggiungi cartella di backup su disco condivisa” dal media server CASO dando lo stesso percorso della cartella di backup su disco (che non era condivisa)…questa è la parte più noiosa

6) Verificare che i supporti siano stati automaticamente copiati sul secondo media server

7) Copiare tutti gli elenchi di selezione sul secondo media server (basta selezionarli in blocco dal server caso e col pulsante destro fare click>copia). Non fare questo per le policy o i processi poiché essi sono di comandati dal server CASO.

8) Aggiornare gli agenti sulle macchine windows/linux etc… alla versione r2 facendo attenzione a fare sì che siano pubblicati per l’agente entrambi i media server col nome FQDN (alcuni potrebbero richiedere un riavvio)

9) Verificare che i job schedulati girino alternativamente ed in modo bilanciato su entrambi i media server, basta monitorare la situazione dal monitoraggio processi del server CASO.

Annunci
Messo il tag: ,
Posted in: Backup